MILAN DOVE SEI? INTER IL SOGNO CONTINUA!

Giornata di campionato ricca di sorprese, prima fra tutte la riapertura della corsa scudetto con la sconfitta della Juventus in casa contro un Napoli a dir poco perfetto

MILAN – Tonfo incredibile della squadra rossonera, ormai copia sbiadita e lontana degli undici che giocavano un mese fa. Gattuso vede le Streghe come all'andata, quando nel giorno del suo esordio in panchina la vittoria a Benevento sfumò all'ultimo secondo per il gol messo a segno dal portiere Brignoli. Alla fine ha avuto ragione De Zerbi che aveva lasciato in panchina Diabaté, l'uomo-gol più temuto dal Milan, lanciando in attacco Iemmello che ha messo la firma sullo storico successo. A questo punto la squadra rossonera si deve guardare più che avanti dietro perché la corsa a un posto in Europa League è sempre più difficile

INTER – “Pazza inter” è la canzone della squadra nerazzurra che rispecchia benissimo la partita di ieri!

Gli undici di Mazzarri in una sola partita interpretano tre personalità diverse, prima contiene, poi colpisce, infine soffre. L’Inter esce con i tre punti dal Bentegodi e lascia nei guai il Chievo, ora con due lunghezze di vantaggio dal terz’ultimo posto occupato dalla SPAL. I nerazzurri subiscono la vivacità dei padroni di casa nella prima frazione di gioco, con Handanovic impegnato in almeno tre occasioni, oltre al palo colpito da Pucciarelli. Nella ripresa invece la squadra di Spalletti inizia a macinare di gioco e nel giro di nove minuti chiude la partita. Nel finale però rischia di sprecare tutto, quando il neo entrato Stepinski riporta in partita i gialloblù. Il forcing finale non porta al pareggio e permette quindi ai nerazzurri di dare continuità al bel successo contro il Cagliari e a restare a -1 dall’accoppiata romana al terzo e quarto posto.

 

Enea Leone