Sant'Ambrogio da dimenticare per la Milano calcistica.

Ci si aspettava risposte positive da Milan e Inter dopo il disastroso novembre, ma nella quattordicesima di campionato sono arrivate altre due batoste per le milanesi: l'Inter è stata sconfitta in casa dall'Udinese dell'ex Stramaccioni; il Milan ha perso a Marassi contro la rivelazione Genoa.

Gli uomini di Mancini erano addirittura passati in vantaggio contro i friulani, con il gol di Mauro Icardi, ma nel secondo tempo è cambiato tutto: l'Udinese prima pareggia i conti con un bellissimo gol di Bruno Fernandes, gioiellino ex Novara classe '94, poi completa la meritata rimonta con un gol del neo-entrato Théréau. Mancini così colleziona la sua seconda sconfitta consecutiva in campionato.
I rossoneri non sono in condizioni migliori, anzi hanno perso a Genova grazie ad un gol dell'ex Antonelli, segnato nel primo tempo. Il Milan, rispetto all'Inter, ha creato qualche occasione da gol in più; quando Menez non è in giornata non segna nessuno: Honda e El Shaarawy continuano a essere  discontinui, Pazzini non riesce a incidere sul match quando entra in campo e Torres è diventato un fantasma.
Manca meno di un mese all'inizio del calciomercato e le due squadre hanno bisogno di rinforzi e si sfidano anche sul mercato; i nomi accostati a entrambi i club sono tanti: da Perotti a Cerci, da Okaka a Widmer, sino ad arrivare al sogno Lavezzi. Insomma Inter e Milan hanno bisogno d'un episodio positivo per dimenticare novembre e inizio dicembre; si aspettano segnali positivi già dalla prossima partita che i ragazzi di Inzaghi giocheranno in casa contro il Napoli, mentre i nerazzurri saranno in trasferta contro il Chievo Verona.
Fabio Amoruso