Tra le big cade solo la Juve

Roma e Napoli continuano a mandare messaggi importanti a questo campionato, nonostante la scelta di fare un pò di turn over per far rifiatare i titolarissimi in questo turno infrasettimanale.

Dopo la vittoria dell'Inter a Bologna, nell'anticipo di martedì alle 20,45 grazie al ritrovato gol di Icardi, mercoledì sera si sono giocate tutte le altre gare.
L'Atalanta ha battuto per 2-1 in rimonta la Lazio che continua a perdere in trasferta, nonostante abbia chiuso in vantaggio il primo tempo grazie al bellissimo gol di Biglia su calcio di punizione. Nella ripresa il clamoroso autogol di Basta e il gol di Gomez a 4 minuti dalla fine hanno regalato il successo ai bergamaschi che continuano a essere una squadra che in casa fa davvero paura a tutti. 
Ciofani e Sammarco regalando il match salvezza contro il Carpi al Frosinone: inutile il momentaneo pareggio di Marrone. 
Torino-Genoa finisce 3-3 con i gol di Maxi Lopez, Zappacosta e l'autogol di Tachtsidis per i padroni di casa e la doppietta di Laxalt e il gol del bomber Pavoletti per gli ospiti. 
La Fiorentina torna al successo sul campo dell'Hellas Verona grazie all'autogol di Rafa Marquez e alla rete di Kalinic. 
NAPOLI, PALERMO.NELLA FOTO
NAPOLI, PALERMO.NELLA FOTO
Vincono Milan, Napoli e Roma, rispettivamente contro Chievo, Palermo e Udinese: per i rossoneri vittoria di misura con il gol di Antonelli; per i partenopei 2-0 al Palermo con le reti del solito Higuain e dello scalpitante Mertens, entrato al posto di Lorenzo Insigne; i giallorossi battono l'Udinese di Colantuono per 3-1 grazie ai gol di Pjanic, Maicon, nel primo tempo, e di Gervinho e Thereau, per i friulani, nella ripresa.
Juventus battuta al Mapei Stadium per 0-1 grazie alla rete di Sansone al minuto 20 su calcio di punizione. Al 39° la giusta espulsione di Chiellini ha condizionato il match. I campioni in carica possono recriminare un rigore non concesso e un'espulsione mancata ad Acerbi, ma una grande squadra come la Juventus non si può giustificare e attaccare agli errori arbitrali, soprattutto perché non si tratta di una sola partita in cui si è calati, ma è un intero periodo che i giocatori di Max Allegri non riescono a incidere in campionato.  
La Sampdoria ha pareggiato in casa contro l'Empoli per 1-1 nel posticipo di giovedì alle 20,45: a segno Pucciarelli (minuto 59) ed Eder (minuto 67).
La classifica parla chiaro: Roma a 23 punti, a +2 su Napoli, Fiorentina e Inter e a +11 sulla Juventus, che sembrerebbe clamorosamente tagliata fuori dalla corsa scudetto. Il Milan fa dei passetti avanti arrivando a quota 16. Sorpresa Sassuolo che si trova al 5° posto insieme alla Lazio a 18 punti.
Tra i match da seguire con interesse nella prossima giornata (11° turno) consigliamo: il derby di Torino, che si giocherà all'Juventus Stadium; Inter-Roma; Lazio-Milan e l'esordio di Donadoni sulla panchina del Bologna che affronterà in casa l'Atalanta. 
Fabio Amoruso