LA PAROLA AI LETTORI - L'INSOSTENIBILE LENTEZZA DEL 9

Spettabile Redazione,

Vi scrivo in merito all’assurda lentezza del tram N.9.

Come molti sanno, i due capolinea sono ubicati a Porta Genova e in Piazza Duca d’ Aosta; il percorso non è tra i più lunghi in città e una buona parte delle rotaie godono, da Porta Romana a Viale Monte Grappa, di una preferenziale. Eppure, il tempo di percorrenza è talmente lungo da essere snervante.

Finché c’erano i vecchi tram tutto sommato si viaggiava abbastanza velocemente ma da quando sono stati introdotti i nuovi Sirietto, si farebbe prima ad andare a piedi. Questi tram sono troppo ingombranti per una sede tranviaria così piccola e la velocità che possono raggiungere è assai limitata; se a questo si aggiungono il divieto di accodamento in fermata, una sfortunata serie di semafori rossi e il traffico cittadino, il viaggio si trasforma in un incubo. Per due volte ho perso il treno in Stazione Centrale, pur essendomi mosso con largo anticipo, proprio per i problemi citati.

Ho sentito che il Comune sta studiando un’onda verde per i semafori ma finché non prenderà in considerazione di rimettere i vecchi modello ’28, dubito che la situazione potrà migliorare.

Vi ringrazio anticipatamente per la segnalazione.

Lettera firmata