CONDANNA DEL COMUNE AL GESTO DI IGNOTI, LA LAPIDE VERRÀ RIPRISTINATA

Il Comune di Milano condanna fermamente il furto, ad opera di ignoti, della croce dedicata al giovane partigiano Angelo Squassi. La lapide, collocata in un’aiuola di piazza Duca d’Aosta, era stata riqualificata dall’Amministrazione in accordo con ANPI Milano appena un anno e mezzo fa.

“Un atto vile e inaccettabile che oltraggia ancora una volta un simbolo della Resistenza di Milano medaglia d’oro - dichiara l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran.

L’episodio è accaduto a pochi giorni dall’imbrattamento della lapide dedicata ai partigiani di via Moncucco, già risistemata dagli uffici dell’Arredo Urbano del Comune. Appena sarà possibile, se la croce originale non verrà ritrovata, sarà costruita una nuova lapide in ricordo del giovane Squassi.