“CORDUSIO – BIBLIOTECA AMBROSIANA”

In vista delle Celebrazioni Vinciane cambia il nome della Stazione

Del Corno-Granelli: ”Una decisione presa per indirizzare meglio cittadini e turisti alla scoperta di uno dei luoghi che custodisce alcuni dei capolavori vinciani”

Non più solo “Cordusio” ma “Cordusio - Biblioteca Ambrosiana”: sarà questo il nuovo nome della stazione della metropolitana 1, la Rossa. A stabilirlo una delibera di Giunta che, in vista delle celebrazioni del 2019 dedicate al cinquecentenario dalla morte di Leonardo da Vinci, punta a valorizzare la presenza, nel cuore del centro città, di una delle più importanti mete culturali e artistiche milanesi, a beneficio dei cittadini e dei turisti.

“Il Comune di Milano e ATM hanno preso questa decisione, condividendola con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, a cui Milano si sta preparando con un importante programma di iniziative a lui dedicate - hanno dichiarato gli assessori Marco Granelli (Mobilità) e Filippo Del Corno (Cultura). - Indirizzare meglio i turisti che intendono raggiungere una delle istituzioni culturali più antiche e più prestigiose di Milano è un obiettivo di valorizzazione della nostra città che sarà ancora più apprezzato nel 2019, quando l'attenzione su Leonardo condurrà moltissimi visitatori alla Biblioteca Ambrosiana per ammirare i tesori che custodisce”.

La Veneranda Biblioteca Ambrosiana, oltre a essere un'istituzione cittadina, custodisce la più vasta raccolta al mondo dei disegni e degli scritti autografi di Leonardo, oltre che una delle più importanti opere pittoriche del genio, il celebre “Ritratto di Musico”, e il Codice Atlantico. Anche per questo svolgerà un ruolo fondamentale nel corso delle numerose celebrazioni leonardesche in programmazione in città.

«Nata all’incrocio del cardo e del decumano, posta al vero centro di Milano della famosa pianta disegnata da Leonardo, l’Ambrosiana è stata per quattro secoli punto di riferimento, non solo culturale, per tutti i milanesi. E il desiderio è, naturalmente, che continui a essere un bene per l’intera città. Anche la nuova denominazione della fermata della Metropolitana, “Cordusio-Biblioteca Ambrosiana”, ne riafferma l’importanza e il diritto di cittadinanza a pieno titolo. Di questo siamo davvero grati al Comune di Milano e a tutti coloro che hanno visto e vedono in questa scelta un ulteriore passo a servizio del rinnovato interesse che Milano sta riscuotendo a livello internazionale» - così ha commentato mons. Marco Ballarini, prefetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana.

Il provvedimento fa seguito a quello del luglio scorso con il quale l’Amministrazione ha deciso l’abbinamento alla denominazione della stazione della metropolitana M1 “Conciliazione” della dicitura “Cenacolo Vinciano”, dando atto che la medesima dicitura sarebbe stata riportata nella fermata “Santa Maria delle Grazie” della linea del tram 16 sempre in prossimità del cenacolo Vinciano.