QUINDICI CASERME AD INVIMIT, GIUNTA DA IL VIA LIBERA ALLA VALORIZZAZIONE

Saranno vendute al prezzo di 68,5 milioni di euro

Quindici caserme di proprietà comunale saranno vendute ad Invimit, la società del Ministero dell’Economia e delle Finanze che lo scorso 2 luglio ha manifestato interesse all’acquisizione degli immobili demaniali a un prezzo di cessione di 68,5 milioni di euro. Lo ha deciso questa mattina la Giunta comunale approvando la delibera che da il via all’operazione di valorizzazione.
Nello specifico le caserme, che confluiranno nel fondo ‘i 3 - Patrimonio Italia’, sono i Commissariati della Polizia di Stato di via Chopin 52, via Falck 12, via Satta 6/8, via Quintiliano 57/59, piazza Venino 3, via Comasina 36/Bernardino da Novate, viale Certosa 7, via Maniago 36, viale Monza 322, viale Primaticcio 3 e le Stazioni dei Carabinieri di via Chiasserini 102, viale Fulvio Testi 121via Lago di Nemi 33via dei Missaglia 57/2, via Marcora 1.
Si tratta di caserme per le quali l’Amministrazione comunale percepisce canoni di locazione abbattuti del 15% come previsto dalla legge.
“Realizziamo un’operazione virtuosa - ha commentato l’assessore al Demanio Roberto Tasca - che ci consente di valorizzare una parte di patrimonio che, per il suo particolare utilizzo, sarebbe di certo meno appetibile in una normale asta pubblica. La cessione sgrava poi l’Amministrazione degli onerosi interventi di manutenzione straordinaria di cui questi immobili, e in particolare quelli più datati, hanno bisogno. Grazie alla vendita di questi immobili, avremo fondi importanti da destinare al Piano Triennale delle Opere per il 2018”.
Nelle prossime settimane, l’Amministrazione pubblicherà un avviso di manifestazione pubblica per la vendita in blocco delle 15 caserme. La base d’asta sarà di 68,5 milioni di euro. Questo consentirà di raccogliere, da parte di enti pubblici o privati, eventuali proposte di acquisto migliorative rispetto a quella già formalizzata al Comune. E in caso di asta deserta la cessione degli immobili sarà perfezionata con Invimit entro l’anno.
Per le caserme di via Marcora, viale Certosa e piazza Venino, la cessione potrà avvenire solo a seguito dell’acquisizione dell’autorizzazione della Sovrintendenza in quanto si tratta di edifici di interesse culturale.