UN MILIONE DI EURO PER L’AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DEI DISOCCUPATI

Risorse e competenze per aiutare a far crescere le persone in difficoltà occupazionale

Milano attenta a migliorare le competenze lavorative e professionali di chi si trova in condizioni di disagio e marginalità nel quartiere Lorenteggio. Sono state approvate dalla Giunta, nell’ultima seduta prima della pausa estiva, le linee guida per l’individuazione di un progetto volto alla realizzazione di percorsi di formazione al lavoro e di azioni di sostegno economico per i cittadini che, in possesso dei requisiti previsti, aderiranno alle iniziative di orientamento e formazione professionale.
“Vogliamo favorire l’avvio di politiche attive per il lavoro che passano necessariamente attraverso la riqualificazione professionale dei singoli lavoratori - così l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani questa mattina in occasione della sua visita allo sportello per l’impiego e la formazione di AFOL Metropolitana. - Questo progetto permette di accompagnare chi si trova in particolari situazioni di disagio verso percorsi personalizzati e capaci di favorire l’effettivo incontro tra domanda e offerta di lavoro. Siamo convinti che questa opportunità possa rappresentare una concreta possibilità, per i cittadini in stato di disagio, di ridefinire se stessi e di rifondare, attraverso progetti professionali realistici, un nuovo senso di connessione con la propria comunità attraverso il lavoro”.
Il provvedimento può contare su uno stanziamento complessivo di 1 milione di euro. Risorse derivanti dai finanziamenti POR FSE 2014-2020. Nello specifico 600mila euro saranno destinati all’attuazione di politiche attive per il lavoro: da momenti di orientamento professionale per il consolidamento delle competenze a corsi professionalizzanti veri e propri, passando dalla formazione, all’accompagnamento per la ricerca del lavoro sino alle attività di coaching e tutoring personalizzati sulle specifiche esigenze dei destinatari.

I restanti 400mila euro saranno destinati al sostegno economico dei soggetti, cittadini italiani e non (stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno), disoccupati con età superiore ai 18 anni e residenti tra le vie Lorenteggio, Inganni, Giambellino e Odazio che decideranno di partecipare al ciclo di attività di orientamento. I fondi saranno erogati sotto forma di indennità (il cui importo per singolo partecipante sarà di 400 euro).
Il bando, in uscita nei prossimi mesi, sarà rivolto ad associazioni, enti, realtà di formazione sia singole che in partenariato in possesso dei requisiti previsti da Regione Lombardia in materia di accreditamento al lavoro e alla formazione ed essere in grado di garantire un’adeguata capacità amministrativa, organizzativa e gestionale capace anche di gestire l’erogazione dell’indennità di partecipazione ai soggetti beneficiari degli interventi e delle attività facendo fronte a tutti gli adempimenti necessari anche di ordine fiscale.