STORIE DI DONNE E DI FUTURO

STORIE DI DONNE E DI FUTURO

“Attraversando muri e confini. Storie di donne e di futuro” è la seconda tappa di un progetto culturale curato da Sergio Di Giorgi e Giovanna Cammarota con le associazioni Acea onlus e CameraSudMilano presso la Casa Chiaravalle in via San Arialdo 69 alle 15,30 del 25 novembre. L’iniziativa, partita il 26 maggio alla Fabbrica del Vapore per accendere i riflettori sul fenomeno dei minori stranieri nell’ambito di “Insieme senza muri” , arriva a Casa Chiaravalle, immobile confiscato alla criminalità organizzata in Lombardia che dal 20 maggio con la gestione del Consorzio di imprese sociali Passepartout accoglie 70 donne straniere, provenienti da vari continenti e da percorsi segnati dalla violenza e dalla violazione dei diritti più elementari. È attraverso il cinema e la fotografia che le proposte artistiche saranno veicolate. Sarà presentato un progetto fotografico sui luoghi dell’accoglienza e dell’integrazione nella periferie di Milanoa cura di Nino Romeo e Giovanna Gammarota, che dialogheranno poi sul tema Donne e violenza: per una Fotografia Etica Contemporanea. Per il cinema, con l’intervento delle registe, saranno presentati corto e mediometraggi con temi che spaziano dal viaggio delle minori straniere non accompagnate che giungono in Italia (Thiras, di Francesca Cogni, 2017, 11’) alla drammatica condizione delle ragazze nigeriane vittime della tratta della prostituzione, riscattate dal lavoro di Princess Inyang Okokon, anche lei già vittima di tratta, tramite la PIAM onlus (Princess. Contro la tratta, di Chiara Sambuchi, 2017, 30’). Ci sarà spazio anche per alcune performance dal vivo:  l’illustrazione di Marcia Zegarra Urquizo, pittrice e illustratrice, che presenterà alcune opere tratte dalla sua serie grafica “Figli di Dio, Storie di immigranti e la danza di Cecilia Perez, psicologa e danzaterapeuta. Le performance si alterneranno alle testimonianze intorno al tema Storie di donne: dalla violenza all’accoglienza e all’inclusione. Claude Annette Mackaya, ospite di Casa Chiavalleche ha avuto la forza e il coraggio di ribellarsi e di lottare per il suo reinserimento sociale. Accanto ai racconti e alle testimonianze gli interventi delle istituzioni, reti del privato sociale, associazioni del volontariato,  società civile e singoli cittadini che hanno favorito i percorsi di queste donne. Saranno presenti Luca Ranieri, responsabile di Casa Chiaravalle, Silvia Bartellini, presidente di Passepartout, Margarita Clement, Presidente dell’Associazione Proficua, Michele Papagna, presidente di Acea, Elena Granata del Politecnico di Milano, l’Assessore alle Politiche Sociali, Pierfrancesco Majorino e la Presidente Commissione Diritti Civili e Pari Opportunità, Diana De Marchi. Per finire apericena multiculturale con lo chef Fabio Viola.

Giusi De Roma