CELEBRATI A MILANO I CENTO ANNI DELLA REPUBBLICA DI LETTONIA

Nel Belvedere Jannacci del Palazzo Pirelli al 31mo piano, sede del Consiglio della Regione Lombardia dove si è svolta la cerimonia di celebrazione del centesimo anniversario della Repubblica di Lettonia, un pannello ricorda il ruolo decisivo - ancorché non sufficientemente noto - svolto dall’Italia con l’allora Ministro degli Esteri, Conte Carlo Sforza, nel riconoscimento internazionale dell’indipendenza lettone al termine del primo conflitto mondiale e nello stabilimento delle relazioni diplomatiche nel 1921.
L’ha sottolineato Solvita Aboltina, ambasciatrice di Lettonia a Roma, presentando la mostra “Lettonia e Italia. 100 anni di amicizia” ed elencando numerosi altri fatti che testimoniano questo sentimento che ci accomuna al Paese del Nord Europa affacciato sul Baltico (superficie, 65.000 kmq, poco meno di due milioni di abitanti), piccolo ma importante per tradizioni, cultura, e ruolo geopolitico. Tra i fatti recenti, la duplice visita quest’anno del presidente della Repubblica Sergio Mattarella (visita di Stato e al contingente Nato nel quale opera un reparto italiano), e gli ottimi rapporti: commercio, scambi e turismo con 50mila italiani che visitano Riga ogni anno.
Da un punto di vista economico, la posizione geograficamente strategica della Lettonia offre grandi possibilità di scambi, molto attivi, sia coi paesi nordici, sia coi mercati dell'Europa dell'est. ll valore degli scambi commerciali, come quelli di beni e servizi, si stimano con dati in continua crescita (circa 650 milioni di euro). Il 10% delle esportazioni italiane in Lettonia riguarda l'industria alimentare. Molto attive le piccole imprese e le attività commerciali (per lo più negozi) svolte da cittadini lettoni che vivono in Italia.
A Milano, ad esempio, al ristorante "Rossini" si degusta la tradizionale cuscina lettone; e lombarde di adozione erano le simpatiche signore del coro della diaspora lettone “Saule” (Sole) che hanno intrattenuto gli invitati con gli inni nazionali e con canzoni popolari del Paese di origine.
Ad ascoltare e applaudire c’erano la console onoraria di Lettonia a Milano Patrizia Signorini, organizzatrice dell’evento, esponenti dell’imprenditoria - tra i quali il presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa-Asia Achille Colombo Clerici - del Corpo Consolare, della cultura, della politica. Gli onori di casa sono stati fatti da Fabrizio Sala, vice presidente della Regione, da Alessandro Fermi pres. Consiglio Regionale e Dario Violi, consigliere regionale; l’assessore Filippo Del Corno ha portato i saluti del Comune di Milano.

Foto: Luigi Roth, Solvita Aboltina, Patrizia Signorini, Achille Colombo Clerici, - Mauro Del Vecchio, Luigi Roth, Achille Colombo Clerici, Silvano Frigerio