Teatro Pacta Salone

È un gradito ritorno il più rappresentativo testo di Harold Pinter, “Il custode”, fino al 2 dicembre, al Pacta Salone, con la regia di Riccardo Magherini qui anche interprete.

Davis e i fratelli Mik e Aston non hanno alcun paradiso a cui aspirare, solo una squallida stanza incastonata nel "non luogo" di un caseggiato fatiscente.

È il dramma degli esclusi - ha sottolineato il regista - di quelli ai margini, che non hanno alcuna speranza di redenzione, né sembrano volerla. È il dramma della negazione del sé e dell’altro, della solitudine di esseri che non si comprendono”.

La messa in scena della produzione Pacta dei Teatri, che a Magherini affianca Antonio Rosti e Fabio Banfo, vuole essere il più fedele possibile all’originale inglese e con un testo ancora più asciutto e incalzante, mentre i suoni del mondo giungono, trasformati in note, dal lavoro di composizione, ironico e sognante, di Maurizio Pisati. “Nella nostra versione - ha proseguito Magherini - si dà più enfasi a quella sensazione che Pinter lascia scorrere tra le righe, quell’idea di trovarci davanti a un gioco senza vincitori, una commedia nera, caratterizzata da un umorismo sferzante e impietoso”.

Grazia De Benedetti

PACTA SALONE – via Ulisse Dini7 – MM2 p.zza Abbiategrasso – 02/36503740 -www.pacta.org; - biglietteria@pacta.org – ufficioscuole@pacta.org