BICICLETTE CONTROMANO E NELLE CORSIE PREFERENZIALI

Ho letto che è in discussione alla Commissione Trasporti della Camera il nuovo codice della strada. Sono previste delle novità per le biciclette, che potranno andare contromano nei centri abitati dove il limite di velocità è di 30 km/h; avranno precedenza ai semafori e potranno circolare nelle corsie riservate a taxi e autobus. Tutto questo mi lascia un po’ perplessa e mi domando. Ma non metterà a repentaglio la sicurezza di pedoni e degli stessi ciclisti? Si parla di limite di velocità di 30 km/h , ma il pedone dovrà girare il collo avvitandolo in tutte le direzioni per badare alla propria incolumità? (Già lo fa abbastanza!) Riguardo ai ciclisti poi, il poter circolare nelle corsie riservate ai taxi e autobus non sarà pericoloso, dato che le stesse sono percorse anche dalle moto? Mi chiedo, allora andranno tutti nelle corsie preferenziali… le strade saranno a disposizione solo delle vetture? E ancora, la velocità comunque moderata delle bici rispetto a moto, taxi e autobus, potrà creare code nelle corsie preferenziali, ai semafori. Spero che questi dubbi vengano considerati con attenzione.
Cordiali saluti

Un'affezionata lettrice