Inter: ciao Europa. Milan: troppo tardi!

L'Inter è scesa in campo sabato alle 20,45, al Marassi, contro i padroni di casa del Genoa, che hanno battuto gli ospiti per 3-2. I rossoneri invece hanno affrontato il Torino a San Siro, vincendo per 3-0.
I nerazzurri con questa sconfitta possono dire matematicamente addio all'Europa.

Gli uomini di Mancini partono subito forte con il colpo di testa di Brozovic che termina sul fondo dopo un'ottima giocata di Kovacic. Poco dopo, al minuto 9, Handanovic compie un intervento spettacolare, negando a Lestienne la gioia del gol. Dopo 10 minuti arriva il vantaggio dell'Inter, con Icardi che stoppa e piazza un cross di Hernanes. Nemmeno il tempo di rifiatare e arriva subito il pareggio del “Grifone”: grande giocata di Leonardo Pavoletti, punta ex Sassuolo, che riesce a girarsi al limite dell'area e calcia con potenza e precisione alla sinistra di Handanovic, che non può nulla su un tiro chirurgico. Alla mezz'ora arriva il nuovo vantaggio degli ospiti, firmato da Rodrigo Palacio. Al minuto 33 Pavoletti ci riprova dalla stessa posizione ma stavolta colpisce solamente la traversa. Dopo 5 minuti viene annullato un gol a Maurito Icardi per fuorigioco. Al 41° Handanovic e Ranocchia combinano la frittata lisciando entrambi il pallone e lasciando Lestienne solo davanti alla porta che firma il 2-2. Il secondo tempo è più contenuto della prima frazione, in termini di occasioni da gol: bisogna aspettare il minuto 69 per vedere un tiro di Bertolacci dai 30 metri, ma il portiere nerazzurro è attento e respinge la palla in corner. Poco dopo Burdisso ha una buona occasione sugli sviluppi di un corner, ma l'argentino non riesce a indirizzare la palla in rete. A un quarto d'ora dalla fine Hernanes colpisce il palo con un buon tiro, sulla cui respinta si fionda Brozovic che col suo tiro colpisce l'incrocio dei pali. Arriviamo così al minuto 89: Edenilson batte un corner deviato in rete da Kucka che sigla il 3-2 finale.
Il Milan batte 3-0 il Torino di Ventura, nel segno di Stephan El Shaarawy: al minuto 19 Zaccardo mette una buona palla al centro per il “Faraone”, che timbra l'1-0 al ritorno da titolare dopo il lungo infortunio. Il match s'infiamma al 43° quando Zaccardo commette un bruttissimo fallo e l'arbitro lo manda negli spogliatoi. Il secondo tempo si accende al minuto 56: Molinaro commette un fallo da ultimo uomo facendosi espellere e concedendo un rigore ai rossoneri, trasformato da Pazzini. Il 3-0 arriva al minuto 65 con un bel gol di El Shaarawy, servito da Van Ginkel. Nel finale il Toro ha una buona occasione con Omar El Kaddouri, ma Abbiati è attento e neutralizza il tiro del calciatore ex Brescia e Napoli. 
I nerazzurri, anche se hanno giocato una buona partita, non sono riusciti a portare a casa i tre punti e a tenere vive le speranze d'Europa, che ora sono matematicamente svanite; il Milan si è svegliato troppo tardi: giocare e convincere, vincendo, alla penultima giornata di campionato non convincerà il presidente Berlusconi e l'ad Galliani a confermare Inzaghi, che probabilmente ha assistito all'ultima partita a San Siro da allenatore del suo amato Milan.
Fabio Amoruso
© Marco Rosi/LaPresse.31 08 2014 Milano ( Italia ).Sport-Calcio.Campionati Serie A Tim 2014-2105 incontro Ac Milan Vs SS Lazio allo Stadio Meazza di Milano..Nella foto Sully Muntari esulta con la squadra e Filippo inzaghi dopo il gol..© Marco Rosi/ LaPresse.31 08 2014 Milan ( Italy ).Sport - Calcio - .Championchip Serie A Tim Match Ac Milan Vs SS Lazio at the Meazza Stadium in Milan..in the photo Milan's player Sully Muntari celebrating a goal with Filippo Inzaghi
© Marco Rosi/LaPresse.31 08 2014 Milano ( Italia ).Sport-Calcio.Campionati Serie A Tim 2014-2105 incontro Ac Milan Vs SS Lazio allo Stadio Meazza di Milano..Nella foto Sully Muntari esulta con la squadra e Filippo inzaghi dopo il gol..© Marco Rosi/ LaPresse.31 08 2014 Milan ( Italy ).Sport - Calcio - .Championchip Serie A Tim Match Ac Milan Vs SS Lazio at the Meazza Stadium in Milan..in the photo Milan's player Sully Muntari celebrating a goal with Filippo Inzaghi