“SERENDIPITY” AL CARCANO

Serendipity ha a che fare con il caso, il destino ma al teatro Carcano coincide con Serena Dandini.  L’autrice ha portato in scena le  Memorie di un donna difettosa insieme all’attrice Germana Pasquero e al dj  Dimitri  Gebotari .Si tratta di una sorta di opera buffa che mescola reading e musica. Tutto ha inizio da una semplice domanda di pensione che la protagonista ingenuamente pensa di poter ottenere dopo anni di onorata carriera. Il suo desiderio si scontra, però, con la legge Fornero che ha già rigettato milioni di italiani. In scena la Fornero in persona o meglio la sua migliore incarnazione (Germana Pasquero), cinica e in lacrime toglie alla protagonista ogni speranza. Inutile rievocare vicende, avventure, passioni e fallimenti che hanno disegnato la sua carriera lavorativa.Anzi un’intervista-interrogatorio "non richiesta"della Leosini inchioda la Dandini alle sue responsabilità (sempre Germana Pasquero), rivelando i lati oscuri della sua vita. Senza pietà il più famoso pubblico ministero della TV italiana mette a nudo della protagonista le passioni, le ossessioni, le cose inutili e le tante debolezze.Uno spettacolo davvero sgangherato che attraversa tutte le tappe di una vita al "femminile", parte dai sogni di ragazzina di divenire la moglie di una nota rock- star come Mich Jagger alle traversie lavorative al difficile rapporto con l'odierna tecnologia: smartphone, app, social, pin, alla vecchiaia, il tutto condito di  irriverente comicità, di  riflessioni semi-serie su società, politica ma soprattutto sul destino delle donne nel nostro paese.Alla fine l’interazione con il pubblico con smartphone rende la serata più partecipativa e la stessa lettura di qualche messaggio motivo di ulteriore comicità e spunto per la Dandini per arricchire le prossime serate del  suo spettacolo nei teatri italiani e per avviare nuove avventure autoriali come è nel suo stile.

 Giusi De Roma