AL VIA “MILANO XL 2018 MOSTRA-DIMOSTRA”

Sei grandi cubi nel centro della città, dal 12 al 24 settembre, celebrano l'eccellenza italiana del bello e del ben fatto

È stata presentata nella mattina del 3 settembre nella Sala Alessi di Palazzo Marino la seconda edizione di MILANO XL, il progetto innovativo e coinvolgente che animerà le vie e le piazze della città dal 12 al 24 settembre, in occasione della prossima settimana della moda milanese. 
Grazie a un accordo di sistema, il Ministero dello Sviluppo Economico, il Comune di Milano e Confindustria, con la preziosa collaborazione e il supporto di Agenzia ICE, hanno dato concretezza e attuazione a Milano XL che renderà la città il palcoscenico dei racconti delle filiere produttive di eccellenza e delle storie che rendono unico nel mondo il Made in Italy. 
Ad illustrare i contenuti dell’iniziativa il sindaco di Milano Giuseppe Sala con l’assessore alle Attività Produttive, Commercio, Moda e Design Cristina Tajani, il vice presidente di Confindustria per l’internazionalizzazione Licia Mattioli e il presidente dell’Agenzia ICE Michele Scannavini e Alessandro Spada, Vicepresidente Vicario di Assolombarda. Il progetto creativo di Milano XL 2018 nasce sotto la direzione artistica di Luca Stoppini.
“Grazie a questa seconda edizione di Milano XL - ha spiegato il sindaco di Milano Giuseppe Sala - diamo la possibilità a tutti i cittadini, agli amanti della moda e ai semplici curiosi di scoprire, durante la più importante fashion week dell‘anno, la bellezza e l’eccellenza del saper fare italiano: dalla moda alla cosmesi, dall’occhialeria al gioiello, passando dal tessile alla calzatura sino al mondo degli accessori grazie a un racconto che mette insieme tutti gli attori del mondo del Made in Italy. Un appuntamento reso possibile grazie a un grande gioco di squadra che vede insieme pubblico, privato e associazioni con l’unico obiettivo di promuovere in modo concreto e creativo l’immagine dell’Italia e del suo sistema moda nel mondo. Un sistema che vede coinvolte oltre 67 mila imprese e 600 mila addetti che ogni giorno, coniugando creatività, sapere artigiano e ricerca, realizzano il bello e il ben fatto che tutti ci invidiano”. 
“Qualità, creatività, artigianalità e ricerca sono fattori qualificanti del nostro Made in Italy, che trova in Milano la sua miglior vetrina. Milano XL condensa al meglio tutto questo rivolgendosi non solo ai cittadini milanesi ma al mondo - ha spiegato l’assessore al Commercio, Attività Produttive Moda e Design Cristina Tajani. - Come Amministrazione abbiamo creduto, sin dalla prima edizione, in questo progetto creativo che è anche un progetto di sistema: abbiamo bisogno infatti della massima collaborazione tra le istituzioni e gli operatori per sostenere la competitività dei settori produttivi, con le migliaia di lavoratori e le centinaia di imprese, che a partire dalla moda per arrivare al design rappresentano il Made in Italy”. 
“Dato il grande interesse suscitato dalla prima edizione di Milano XL, anche quest’anno l’ICE ha deciso di sostenere l’iniziativa - ha affermato il presidente Michele Scannavini. - Promuovere la filiera italiana della moda a livello internazionale è sempre stato un nostro obiettivo ed è per questo che, oltre ad aiutare le principali fiere dei settori coinvolti, cerchiamo di aumentare la visibilità di progetti innovativi come Milano XL o i Green Carpet Fashion Awards, accomunati da un tema a noi molto caro: la sostenibilità nelle sue diverse declinazioni”. 
“La seconda edizione di Milano XL conferma il successo del lavoro di squadra intrapreso dal Tavolo della Moda che rappresenta una best practice di collaborazione pubblico-privato - ha commentato Licia Mattioli, vice presidente Confindustria per l’internazionalizzazione.
“La creatività è una caratteristica distintiva delle nostre imprese e coinvolge tutti i settori della manifattura: risalta nell’eccellenza dei prodotti come nell’innovazione dei processi” - ha dichiarato Alessandro Spada, vicepresidente vicario di Assolombarda. 
Il titolo scelto per l’edizione 2018  di Milano XL è "MOSTRA-DIMOSTRA". Perché? Semplice: i cubi, oltre a mostrare e raccontare per immagini e suoni, lasciano spazio anche alla concretezza e, per chi vorrà, alla riflessione. È il tema della sostenibilità infatti il fil rouge che attraversa i sei cubi e che soprattutto lega ogni singola azienda di ogni singolo settore del sistema moda italiano. Due i motivi della centralità della sostenibilità: il primo è che tutelare il pianeta, le persone, i territori riguarda tutti noi. Ora, adesso. Non solo per chi ha a cuore le generazioni future: i cambiamenti climatici e le incertezze sociali hanno effetti immediati e ognuno di noi può ritagliarsi un piccolo (grande) ruolo per fare una differenza positiva. Il secondo motivo, forse ancora più importante, è che la sfida della sostenibilità si vince solo cogliendola tutti insieme. La prima edizione di Milano XL, nel settembre 2017, si svolse a pochi mesi dalla nascita di Confindustria Moda, operativa dal gennaio di quest’anno. La seconda edizione, che vede anche la collaborazione di Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza, Lodi, nasce sotto questo grande ombrello, esempio abbastanza inedito, nel nostro Paese, della volontà di fare squadra.