BIT 2019: “Note in viaggio. Il valore della musica per il turismo in Italia e nel Veneto” di CUOA Business School

Domenica 10 febbraio, alle ore 16,00, alla BIT di Milano, nello stand della Regione Veneto, verrà presentato il Primo Rapporto sul Turismo Musicale in Italia e in Veneto elaborato nell’ambito del più ampio progetto “Note in Viaggio. Itinerari formativi esperienziali per valorizzare l’offerta musicale del Veneto".

I festival musicali, le stagioni dei grandi teatri d'opera, i luoghi di vita e di lavoro dei grandi protagonisti della musica costituiscono un patrimonio culturale straordinario e una risorsa turistica importante in molti paesi. L'Italia, in quanto a risorse, sembra non essere seconda a nessuno se i turisti che viaggiano per interessi musicali dichiarano di considerarla la destinazione preferita, seguita da Germania, Austria, Francia e Regno Unito. È quanto emerge dal Primo Rapporto sul Turismo Musicale in Italia e in Veneto, curato da Fondazione Santagata per l'Economia della Cultura di Torino per CUOA Business School nell’ambito del più ampio progetto “Note in Viaggio. Itinerari formativi esperienziali per valorizzare l’offerta musicale del Veneto”, finanziato da Regione Veneto. I risultati complessivi dello studio saranno presentati e discussi il 10 febbraio, a partire dalle ore 16.00, a Fieramilanocity nell'ambito della BIT, la Borsa Internazionale del Turismo. L’evento “Note in viaggio. Il progetto “Note in Viaggio. Itinerari formativi esperienziali per valorizzare l’offerta musicale del Veneto”, realizzato in partnership con il Touring Servizi, propone agli operatori veneti del turismo e della cultura di partecipare, in modo totalmente gratuito, a percorsi formativi con lo scopo di attivare sinergie trasversali e progettare in modo congiunto nuovi prodotti di turismo musicale che mettano in rete le eccellenze del territorio.