540 FIRME RACCOLTE OGGI DA FDI A MILANO

Salvini porti la discussione in Parlamento prima dell'incontro di Marrakech

540 firme raccolte nei mercati e nelle piazze di Milano contro il Global compact for Migration, il  documento che stabilisce alcune linee guida nella gestione dell’immigrazione e dell’accoglienza dei richiedenti asilo sulla base delle ultime indicazioni di studiosi, operatori e funzionari. Le ha raccolte il Circolo di Italia Sovrana di Fratelli d'Italia, impegnato sabato 1° dicembre nei mercati delle vie Papiniano, Oglio, in Santa Maria del Suffragio e in corso Buenos Aires.
"Siamo scesi in piazza per dire NO al Global Compact e per chiedere al ministro Salvini di avviare una discussione in Parlamento prima del meeting di Marrakech, per consentire alle forze politiche di esprimere il loro pensiero. Il sostegno massiccio dei milanesi ci conforta, e dimostra che gli italiani non vogliono che l'immigrazione diventi un fenomeno incontrollato e incontrollabile, il caso Milano è sotto gli occhi di tutti e non vogliamo che si ripeta altrove", ha dichiarato l'assessore regionale della Lombarsia alla Sicurezza, Riccardo De Corato.
"Non è un caso - ha aggiunto l'onorevole Carlo Fidanza (Fdi) - che gli Stati Uniti di Trump, l’Australia, l’Ungheria, l’Austria, la Polonia, la Repubblica Ceca e la Svizzera abbiano già deciso di non sottoscrivere questo documento. Fratelli d’Italia chiede al Governo di fermarsi, di non mettere la firma a un accordo che metterebbe a repentaglio ogni politica di contrasto all’immigrazione illegale. Facciamo appello a Salvini e alla Lega, con i quali in questi anni abbiamo condiviso molto in materia di politiche di immigrazione, affinché su questa vicenda non scendano a patti con il M5S e impongano subito uno stop a questa follia. Occorrono fatti e non parole, e se questi fatti non dovessero arrivare li riterremo responsabili al pari dei loro colleghi di governo”. 
Segreteria FDI