50anni di “Ragazzo della via Gluck”

La scoperta di una vecchia copia de “Il Giorno” del 13 febbraio 1966 (che allora costava 50 Lire!) che in prima pagina titolava “IL BOCCIATO VA FORTE” e il fatto che quest’anno la serata finale di Sanremo sia il 13 febbraio, a 50 anni esatti da quella copia, saranno anche delle coincidenze. Come quella che ha fatto nascere in una via dedicata a un musicista ungherese l’autore di una delle canzoni più conosciute in assoluto. Queste coincidenze hanno spinto alcune realtà di Greco a organizzare una giornata di festa e di proposta proprio il 13 febbraio 2016: “Il ragazzo della via Gluck compie 50 anni”, che vuole essere una festa perché, caso più unico che raro, il nome di una strada è conosciuto in tutto il mondo grazie, appunto, a una ballata. Quindi, con il contributo dell’associazione Amici della Martesana, Museo del Manifesto cinematografico, Fan club “Il Celebre” e associazione Agoràfutura.Net si è data vita a una serie di eventi che a partire dalle 10,30 si snoderanno per tutta la giornata fino a sera con mercatini del baratto, convegni e intrattenimenti musicali (programma su www.agorafutura.net/EVENTI).

Sarà la celebrazione di un compleanno, ma anche una occasione di proposta per chiedere al Comune di Milano un impegno a riqualificare la via. Oggi via Gluck è una strada lunga e stretta, quasi dimenticata; una strada a senso unico da cui non capita mai di passare, a meno che non si voglia proprio andare lì. È una via tranquilla che dal trafficatissimo viale Lunigiana, a due passi dal muraglione della Stazione Centrale, piega verso Greco e la Martesana, ma piega anche verso quel pezzo di storia di Milano che si intravvede ancora nelle foto in bianco e nero, nei racconti dei “nostri vecchi” quando parlano della Cassina de Pomm o del Ponte del pan fiss (che fanno da sfondo a un giovanissimo Adriano Celentano in una famosa foto).
Questi luoghi fanno parte della cultura italiana degli anni ‘60 e sono il simbolo di un’idea ambientalista ed ecologista che stava nascendo in quegli anni. Per questo motivo sarà una giornata di festa ma anche di proposta con la raccolta firme su una petizione con lo scopo ambizioso di creare uno sprazzo di verde tra il cemento … mezzo secolo dopo “Il ragazzo della via Gluck”.
Marco Balsamo