COLOMBO CLERICI: COLLABORAZIONE CON IL SINDACO PER L’AGENZIA HOUSING UNIVERSITARIO

“Le affermazioni generiche circa l’eccesso di contratti di locazione in nero e di alloggi sfitti a Milano riportate dall’agenzia Ansa alla presentazione della ricerca dell’Osservatorio di Milano  non rispecchiano la realtà, - afferma il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici. - Bisogna avere le idee chiare, altrimenti si rischia di colpevolizzare in maniera generalizzata una categoria che sta facendo il suo dovere per contribuire al progresso della città".
Se  con sfitto s'intende la nuova produzione edilizia non ancora in fase di utilizzazione, questa non rientra nella definizione, perché è destinata alla vendita al diretto utilizzatore. Per sfitto si deve intendere l’immobile destinato al mercato della locazione che attualmente non risulti occupato. 
Allora si riduce quindi di molto la portata dell’affermazione. Milano, per il dinamismo della sua vita socio-economica presenta fisiologicamente una quota di alloggi non occupati.Il non occupato dipende dalla vitalità della città e dall’entità della domanda locativa. 
Per risolvere questi aspetti occorre incidere sull’attrattività della città a livello nazionale e internazionale. 
Quanto all’eccesso di “nero” non è certo il caso della generalità della situazione milanese.
Ordinariamente il settore presenta un grado di regolarità fiscale ben superiore a quello di altre parti del Paese.
Colombo Clerici invece accoglie con favore la proposta del sindaco di Milano Giuseppe Sala d'istituire un'agenzia per l’housing universitario, apprezzandone l’impegno per portare a soluzione questo problema di grande rilievo. Al riguardo l’associazione dei proprietari immobiliari offre una piena collaborazione.    
Assoedilizia