DAL MERCATINO IN DUOMO 120MILA EURO PER IL RESTAURO DELLA CATTEDRALE E REGALI PER I BAMBINI DELL’ASILO MARIUCCIA

Tajani: ”Grazie a questa operazione valorizziamo il centro citta durante le festività e contribuiamo al mantenimento del Duomo, oltre a garantire un pensiero e un regalo ai bambini più bisognosi”

Momento inaugurale la mattina del 15 dicembre con l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio del Comune di Milano Cristina Tajani e il presidente di Apeca (l’Associazione ambulanti) e vicepresidente di Confcommercio Milano Giacomo Errico, del “Mercatino di Natale” intorno al Duomo, che ha preso il via a inizio settimana e resterà aperto nell’intero periodo delle festività natalizie di Capodanno e dell’ Epifania, fino al 7 gennaio.
Un “Mercatino di Natale” che vede impegnate 64 imprese del commercio su un’area pubblica collocate a fianco (lato Rinascente) e dietro il Duomo (Campo Santo e via Arcivescovado), con 32 casette in legno molto caratteristiche per dare ai milanesi e ai turisti la piena atmosfera del periodo natalizio, come accade in tante città europee famose per questi eventi. Le “case-baita” hanno portoncini d’ingresso dal colore rosso ornati di ghirlande natalizie e il tetto ricoperto in parte da muschio e in parte da neve (sullo stile delle baite nordiche). 
Il “Mercatino di Natale” è aperto tutti i giorni della settimana dalle 8.30 del mattino fino alla mezzanotte e propone idee regalo per tutti i gusti: si possono trovare infatti i prodotti tipici della tradizione natalizia italiana, del nord e sud Europa, ma anche del continente latino-americano. Dai presepi della tradizione artigianale (partenopea, sudamericana), a tutti i tipi di addobbi, alle porcellane inglesi, ai giocattoli e articoli in legno, all’oggettistica di qualità della tradizione italiana. Non mancano gli operatori con prodotti alimentari dop e doc da tutte le regioni – dall’Alto Adige al Sud Italia con attenzione ai prodotti tipici provenienti dai territori colpiti dal terremoto - oltre alle specialità europee come i formaggi d’Oltralpe o i dolci tipici austriaci. 
“Grazie a questa operazione coniughiamo importanti priorità per l’Amministrazione, la valorizzazione commerciale e turistica del centro città durante le tradizionali festività natalizie e, nel contempo, a sensibilizziamo il mondo del commercio e i cittadini a contribuire al mantenimento e alla conservazione del simbolo della città, il Duomo”, commenta l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani. “Un appuntamento ormai entrato di diritto nella tradizione natalizia milanese e che offre a tanti milanesi l’opportunità di acquistare prodotti d’artigianato provenienti da tutta Italia”. 
“Il Mercatino di Natale?– spiega?Giacomo Errico,?presidente di Apeca? e vicepresidente Confcommercio Milano –?realizzato con grande qualità, come accade in tante città europee famose per questi eventi, è un contributo importante per accrescere l’attrattività di Milano. Abbiamo il consolidato know how del Mercato europeo, formula vincente che proponiamo in tutta Italia. Abbiniamo all’offerta merceologica, caratteristica del Natale, diverse iniziative di intrattenimento e importanti azioni attente al sociale come il sostegno alla Fondazione dell’Istituto dei Tumori con la donazione di 40mila euro. Con l’Istituto vi saranno al Mercatino di Natale incontri dedicati alla prevenzione e alla corretta alimentazione?(il 21 e 28 dicembre alle ore 16)”. 
Un appuntamento non solo commerciale ma che contribuisce anche al restauro e alla conservazione della cattedrale grazie a una donazione da 120 mila euro alla Veneranda Fabbrica da parte degli organizzatori.   
Con il “Mercatino di Natale” vi sarà il coinvolgimento delle scuole e dell’Asilo Mariuccia con regali per i bambini che faranno la lettera a Babbo Natale e la mattina di Natale riceveranno i regali: la somma complessiva destinata ai doni per i più piccoli è di 20mila euro. 
Non mancheranno, per il “Mercatino di Natale”, momenti tipici che avvicinano alla festività natalizia: un concerto di canti di Natale il 23 dicembre e il suono degli zampognari nei sabati e nelle domeniche del 16 e 17, 23 e 24 dicembre. Sempre per i bambini vi saranno spettacoli del teatro dei burattini: il 16 e 23 dicembre dedicati alla storia del Natale e delle tradizioni; il 30 dicembre alla leggenda del Capodanno e il 5 gennaio alla Befana (con merenda finale). 
Significativa, grazie alla collaborazione con il Comune, l’attenzione alla sicurezza attraverso impianti di videosorveglianza e d’allarme oltre il presidio di personale e, con Amsa viene garantita la pulizia dell’area e la raccolta differenziata dei rifiuti.