In piazza Mercanti la scrofa semilanuta di Pao

Otto personaggi di Pao per rivivere la storia di Milano in un'installazione innovativa e interattiva.

Si chiama “Street art per la storia” la mostra all'aperto dello street artist Pao in piazza Mercanti fino al 2 dicembre che racconta attraverso disegni, animazioni, video e una brochure la storia della piazza. Si tratta di un'iniziativa della Camera di commercio di Milano e del Centro per la Cultura d'Impresa con il contributo della Fondazione Cariplo nell'ambito della rassegna Bookcity 2016.
Dal santo orafo al condottiero, dal maestro al mercante. Sono otto le sagome a grandezza naturale dislocate in vari punti della piazza che riprendono personaggi storici e guidano il visitatore alla scoperta di pezzi di storia milanese: attraverso i rispettivi QR code (codice a barre bidimensionale di forma quadrata) si accede ai video, realizzati dallo stesso Pao, che raccontano in italiano e in inglese una breve storia del luogo simbolo associato al personaggio. 
L'esposizione è stata inaugurata venerdì 18 novembre alla presenza del presidente della Camera di commercio di Milano, Carlo Sangalli, dell'assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, e di Arnoldo Mosca Mondadori, membro del consiglio della Fondazione Cariplo.
Milano sta vivendo un momento positivo per la sua forza attrattiva riconosciuta a livello globale - ha dichiarato il presidente Sangalli. - La nostra città è diventata una delle mete internazionali più importanti non solo per il business ma anche per la sua bellezza da scoprire e la sua cultura.
Per Filippo Del Corno: La storia raccontata da Pao necessita di un contesto di edifici all'altezza della memoria e dell'attrattività complessiva. Come Comune di Milano sarà questo il nostro impegno.
La traduzione attenta che ha fatto Pao con la sua installazione e i suoi video - ha commentato Arnoldo Mosca Mondadori - è un importante strumento di conoscenza storica di Milano per le nuove generazioni. L'artista ha riempito un vuoto, in quanto riesce a comunicare la storia di questi palazzi in modo semplice e contemporaneo, soprattutto ai bambini.
Tra i personaggi illustrati dall'artista, Oldrado da Tresseno (associato al Palazzo della Ragione), Pio IV (associato al Palazzo Giureconsulti), Tommaso da Caponago (associato alla Casa dei Panigarola), Sant’Eligio (associato alla Chiesa di San Michele al Gallo), Ericio Puteano (associato alle scuole Palatine), Matteo I Visconti (associato alla Loggia degli Osii), il mercante fallito (associato al Portico della Ferrata) e Belloveso (associato alla Fondazione della Piazza e mito della scrofa).
Questo progetto - ha commentato Pao - è un connubio tra rigore storico e leggerezza. Parto da situazioni underground ma sono riuscito a dialogare con le istituzioni. È un modo per mostrare che si può intervenire sulla realtà. La street art qui è uno slogan, per rendere più contemporaneo e interessante un argomento. Trovo che la scrofa semilanuta, che è tra i disegni esposti in piazza Mercanti, sia un bel simbolo di Milano: è più simpatica degli altri più noti”.
Davide Lorenzano