LA PIÙ GRANDE PALESTRA D’ITALIA PER IL FREESTYLE E UN NUOVO TEMPIO DEL RUGBY

Il Crespi restituito al Municipio 3 e alla città, intervento di rigenerazione urbana e innovazione sportiva sostenuto dai concessionari senza risorse pubbliche

Due inaugurazioni in dieci giorni che restituiscono alla città il Centro sportivo Crespi, impianto di proprietà del Comune di Milano interessato da un progetto complessivo di ristrutturazione tramite la concessione d’uso a tre associazioni sportive che hanno sostenuto i lavori con la copertura della garanzia fidejussoria dell’Amministrazione, ma senza dispendio di risorse pubbliche. Ha aperto ufficialmente i battenti la più grande palestra d’Italia, una delle maggiori in Europa, dedicata agli sport acrobatici e di freestyle: oltre 10 mila mq, di cui 4 mila coperti di pura eccellenza per praticare ginnastica acrobatica, artistica, parkour, sci e snowboard freestyle e, più in generale, tutte le discipline che richiedono grande coordinazione e controllo dei movimenti in aria.

Il progetto, realizzato dalla società sportiva Zero-Gravity, con la collaborazione e in forte sinergia con UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti), con un investimento di 4 milioni di euro tra impianto e attrezzature sportive, è contraddistinto anche da un elevato standard di sostenibilità energetica. La struttura, infatti - composta nel dettaglio da 2.500 mq di palestre, 1.500 mq di aree polifunzionali e 6.000 mq all’aperto - è completamente autosufficiente grazie a più di 200 pannelli fotovoltaici installati sul tetto dell’edificio. Questi permettono di alimentare l’impianto di illuminazione composto interamente da lampade a LED e il sistema di riscaldamento realizzato senza utilizzo di combustibili fossili grazie alle pompe di calore ad alta efficienza.

Sempre presso il Crespi, domenica 1 ottobre toccherà al Rugby presentarsi alla città. Il progetto della Amatori& Union Rugby Milano, del valore di circa 700mila euro, ha portato al posizionamento del manto sintetico sul nuovo campo da gioco, alla ristrutturazione della tribuna e del sotto tribuna, oltre che alla realizzazione di una Club House per il celebre terzo tempo.

L’ultimo progetto, in fase di progettazione avanzata, che interesserà l’impianto sito nel Municipio 3 è quello di Acquamarina Sport Life (circa 1 mln) e riguarda circa 16.000 mq per la realizzazione di 2 palestre, 4 campi da tennis scoperti, un campo da calcio a 5 scoperto e un campo da paddle scoperto. Per tutti i concessionari è in essere una convenzione con il Comune di Milano che prevede almeno 12 ore settimanali di libera utenza a tariffe comunali, la disponibilità gratuita dell’impianto per almeno 10 giornate per iniziative proprie o patrocinate dall’Amministrazione, mantenimento degli spazi per le associazioni e società che già operano al Crespi.