Da Chiamamilano

PIERO DELLA FRANCESCA A PALAZZO MARINO.
Fino all'8 gennaio la Madonna della Misericordia, capolavoro della pittura rinascimentale, è ospite in Sala Alessi.

Un'opera celebre, che è uno dei capisaldi del Rinascimento italiano ed è anche la prima opera documentata di Piero della Francesca.  E' lo scomparto centrale del polittico della Misericordia, realizzato dall'artista tra il 1445 e il 1462 per la Confraternita della Misericordia di Sansepolcro che glielo commissionò specificando che l'opera doveva essere terminata in tre anni e che doveva essere esclusivamente di sua mano. Di anni ce ne vollero 15, e fu occlusa con l'aiuto di un collaboratore da molti indicato come il miniaturista Giuliano Amidei. Il polittico è stato restaurato da poco, e ricostruito nel Museo Civico di Sansepolcro nel suo assetto originario (fu smembrato nel XVII secolo). La Madonna della Misericordia, che misura 168x91 cm, è al centro, e raffigura una maestosa madonna che su uno sfondo di sfavillante oro accoglie sotto il mantello uomini e donne inginocchiati in preghiera.
Un'opera preziosa che sarà possibile vedere a Milano, gratis, da oggi fino all'8 gennaio: anche quest’anno il Comune di Milano rinnova il tradizionale appuntamento con la grande arte, ospitando l'opera nello straordinario allestimento dello studio Migliore+Servetto Architects. In quest’anno dedicato dal Santo Padre alla Misericordia – ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala – Milano ospita la ‘Madonna della Misericordia’ di Piero della Francesca, un’occasione per tutti i milanesi di godere di un meraviglioso dipinto e anche di avviare una riflessione che ci avvicina alla visita di Papa Francesco a Milano del prossimo 25 marzo. La presenza a Palazzo Marino della prima opera di Piero della Francesca permetterà ai milanesi di seguire un percorso ideale sulle tracce del Maestro che, passando per le Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo e il Poldi Pezzoli, li porterà a Brera, dove è custodito un altro grande capolavoro dell’artista. Questa opportunità nasce dalla collaborazione con Sansepolcro, la patria di Piero della Francesca, che presta a Milano l’opera prima del Maestro e che ospiterà dal 7 febbraio l'opera ‘Ragazzo morso da un ramarro’ del Caravaggio. Un altro episodio, dopo la collaborazione con Fermo dello scorso anno, per affermare l’importanza della collaborazione tra i territori italiani per valorizzare il nostro inestimabile patrimonio artistico.
Durante il periodo dell’esposizione della “Madonna della Misericordia”, infatti, milanesi e turisti avranno l’opportunità di ammirare anche la celeberrima “Sacra Conversazione”, esposta nella Pinacoteca di Brera. Si tratta delle due testimonianze fondamentali ed estreme della rivoluzionaria e modernissima ricerca artistica del Maestro, fondata sulla costruzione geometrica e prospettica dello spazio. E come accennato dal Sindaco il percorso continua al Museo Poldi Pezzoli, in via Manzoni, che conserva una delle quattro tavole dello splendido Polittico Agostiniano realizzato dall’artista a Sansepolcro tra il 1454 ed il 1469: quella che raffigura “San Nicola da Tolentino”.
Una convenzione ad hoc stipulata con la Pinacoteca di Brera e il Museo Poldi Pezzoli consentirà a tutti i visitatori della mostra “Piero della Francesca. La Madonna della Misericordia” la possibilità di ammirare il “San Nicola da Tolentino” e “La Pala di Brera” con ingresso ridotto (7 euro anziché 10). Si finisce poi idealmente lungo un filo conduttore che dal Rinascimento giunge fino al Secolo dei Lumi, alla mostra “Bellotto e Canaletto. Lo stupore e la luce”, aperta fino al 5 marzo 2017 alle Gallerie d’Italia di Intesa San Paolo, nella stessa Piazza Scala.
Un'occasione imprendibile per ammirare il capolavoro di Piero della Francesca, il cui autoritratto peraltro secondo molti è nascosto nella figura, posta tra gli oranti di destra, dal volto quasi frontale rivolto verso l’alto.

Curata da Andrea Di Lorenzo, la mostra di Piero della Francesca a Palazzo Marino è promossa dal Comune di Milano e da Palazzo Reale, realizzata in collaborazione con la città di Sansepolcro, grazie al supporto di Intesa Sanpaolo e della propria sede museale milanese le Gallerie d’Italia e con il sostegno di Rinascente e l’organizzazione di Civita; sarà corredata da un catalogo scientifico a carattere divulgativo edito da Skira e da un allestimento, curato dallo studio Migliore+Servetto Architects, che valorizzerà il significato profondo ed emblematico della “Madonna della Misericordia".

Ingresso libero

Orari di apertura al pubblico
Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 20.00
(ultimo ingresso alle ore 19.30)
Giovedì dalle ore 9.30 alle ore 22.30
(ultimo ingresso alle ore 22.00)
Chiusure anticipate
7 dicembre chiusura ore 12.00 (ultimo ingresso alle ore 11.30)
24 e 31 dicembre 2016 chiusura ore 18.00
(ultimo ingresso alle ore 17.30)

Festività
8 e 25 dicembre, 1 e 6 gennaio aperti dalle ore 9.30 alle ore 20.00 (ultimo ingresso alle ore 19.30)

Info mostra
Tel. 800.167.619
www.comune.milano.it
mostrapierodellafrancesca@civita.it
(Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00, sabato dalle 9.00 alle 12.00)
Prenotazioni possibili solo per le scuole.