In mostra i "magnifici fallimenti" di Oliviero Toscani

Fino al 28 aprile 2017 presso il Whitelight Art Gallery

La carriera del fotografo in un'esposizione con gli scatti più celebri e controversi. Il razzismo, la pena di morte, l’Aids, le guerre. Ma anche la moda con le fotografie di Donna Jordan o Monica Bellucci. E poi i ritratti di Mick Jagger, Lou Reed, Carmelo Bene, Federico Fellini e tanti altri grandi protagonisti della cultura italiana e non, al centro di "Più di 50 anni di Magnifici Fallimenti" fino al 28 aprile in mostra presso la Whitelight Art Gallery.
Molti degli scatti degli anni Settanta e qui esposti vedono il fotografo coinvolto con i giornali Vogue, Harpe’s Bazaar, GQ, Elle e poi i marchi Missoni, Valentino, Armani, Esprit, Prenatal, Chanel e soprattutto Elio Fiorucci. Ma gli scatti che hanno fatto più discutere sono forse quelli che, dal 1982, realizza con le campagne per Benetton, contribuendo a cambiare il mondo della comunicazione: è con lui che nasce la serie di fotografie-simbolo del marchio "United Colors Of Benetton". Suo è lo scatto del 2007, in occasione della settimana della moda di Milano, che mostra una ragazza anoressica completamente nuda e i segni distruttivi della malattia scuotendo violentemente il mondo della moda. Da 10 anni, poi, gira le strade del Mondo con il suo progetto Razza Umana.
Per un giorno, con l'allestimento di un set, la mostra è stata location di un vero e proprio shooting fotografico, firmato e autenticato, dedicato ai visitatori. L'iniziativa si è collocata nell'ambito del progetto "Razza Umana": Toscani, immortalando negli anni decine di migliaia di persone nelle strade e nelle piazze del mondo, sostiene come nell'esaltazione delle differenze si manifesti la più alta delle qualità degli esseri umani. Razza Umana è frutto di un soggetto collettivo, - ha scritto il critico Achille Bonito Oliva, - lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna un'infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze.
"Più di 50 anni di Magnifici Fallimenti", a cura di di Nicolas Ballario, è in corso fino al 28 aprile presso la Whitelight Art Gallery di via Copernico, angolo via Lunigiana. Per ulteriori informazioni e costi telefonare al numero 334 1133062 o scrivere a info@whitelightart.it.
Davide Lorenzano