M1 compie 50 anni

Un tunnel emozionale e tante iniziative per festeggiare la rossa
Per tutto il mese, Milano rivivrà l’atmosfera di quel primo novembre 1964 quando, alle ore 10,41, dalla stazione Duomo partì il primo viaggio della Linea 1 della metropolitana, quella che per tutti è semplicemente la ‘Rossa’.

Fu l’allora sindaco Pietro Bucalossi a far partire i primi due convogli che trasportavano cittadini e turisti, bambini e famiglie lungo le 21 stazioni realizzate. Oggi la Linea 1 della metropolitana conta 38 stazioni che collegano Sesto San Giovanni a Rho e a Bisceglie e trasporta oltre 500mila passeggeri al giorno. 
Con l’inaugurazione del  Tunnel emozionale in piazza Castello, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, insieme a Mm, Atm e Fondazione Milano - Scuole civiche, ha aperto i festeggiamenti per il mezzo secolo di vita della M1. Il Tunnel, che rimarrà aperto tutto il mese di novembre e sarà visitabile gratuitamente, è un’installazione di video originali dell’epoca, materiali sonori, odori e profumi tipici del ferro e degli scavi per far rivivere la storia della metropolitana milanese dal 1964 ad oggi. 

Il primo novembre 1964 – ha commentato il sindaco di Milano Giuliano Pisapia - fu una data storica per Milano e aprì le porte del futuro alla città e al Paese. La M1 è nata come un nastro rosso di velocità, di energia, di design, di identità milanese e di entusiasmo. I quartieri, anche quelli più lontani tra loro, si avvicinavano. Sotto la città si apriva un mondo nuovo che diventava sempre più veloce e internazionale. A Milano la metropolitana è arrivata come un concentrato di innovazione, che ha fatto scuola, con materiali e tecniche all’avanguardia. Oggi, con lo stesso orgoglio ed entusiasmo di allora, festeggiamo una data storica.

La nostra Linea 1 – ha aggiunto Bruno Rota, presidente di Atm - accompagna da 50 anni la vita dei milanesi: Atm ha trasportato i cittadini, riducendo distanze e tempi in modo rivoluzionario. Noi chiamiamo infatti questa linea la ‘dorsale’ di Milano, intendendo realmente la spina dorsale che regge il sistema di trasporto pubblico. L’innovazione tecnologica che abbiamo apportato ha permesso di incrementare le prestazioni, l’efficienza, la sicurezza, arrivando oggi ad avere una linea quasi completamente automatizzata. 

Sempre in piazza Castello, all’Expo Gate, è stata inaugurata anche la mostra ad ingresso libero ‘Milano SottoSopra’, organizzata da Mm, che illustra attraverso fotografie e documenti d’archivio la nascita della metropolitana.
I cittadini potranno ripercorrere la vita della ‘Rossa’ nelle immagini inedite e sorprendenti tratte dall’archivio storico di Metropolitana Milanese, sulle trasformazioni temporanee del paesaggio urbano e sul mondo sotterraneo che si svelò alla città grazie ai grandi lavori di scavo che misero sottosopra la città dal 1957 al 1964. 

Inoltre i mezzanini di alcune stazioni sono stati palcoscenico di performance teatrali e concerti dei giovani attori, danzatori e musicisti della Fondazione Milano – Scuole Civiche che hanno animato gli spazi della metropolitana. Emozioni, gesti, movimenti e canzoni che hanno raccontato l’atmosfera di quegli anni.