VIOLENZA CON SVASTICHE E CROCI CELTICHE

Nella notte tra venerdì 9 e sabato 10 dicembre 2016 è stato nuovamente deturpato, con scritte, svastiche e croci celtiche, il murale di Niguarda dedicato alla partigiana Gina Galeotti Bianchi, uccisa dai nazifascisti il 24 aprile 1945.

L'ANPI Provinciale di Milano rileva, con crescente preoccupazione, il pericoloso susseguirsi di manifestazioni neonaziste, antisemite e xenofobe a Milano e in Lombardia.
Riteniamo particolarmente grave che il danneggiamento del murale raffigurante la Resistenza niguardese sia avvenuto qualche giorno prima del 47° Anniversario della strage neofascista di Piazza Fontana con la quale ha avuto inizio la strategia della tensione, sconfitta dalla risposta che Milano seppe dare nei giorni immediatamente successivi al 12 dicembre 1969 e dalla mobilitazione delle forze democratiche.
Invitiamo le pubbliche autorità a perseguire gli autori di questo atto provocatorio che si pone in aperto contrasto con i principi sanciti dalla Costituzione repubblicana e con le leggi Scelba e Mancino.

Roberto Cenati – Presidente ANPI Provinciale di Milano
ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA_
COMITATO PROVINCIALE DI MILANO