IN AUMENTO LE RICHIESTE D'ISCRIZIONE A CASE VACANZA

Arrivate 2.825 domande, 5 per cento in più rispetto al 2017, le iscrizioni tardive apriranno dal 10 al 16 maggio

Sono 2.825 le domande arrivate dalle famiglie, tra il 9 e il 26 aprile, per iscrivere i propri figli dai 4 ai 14 anni ai soggiorni proposti dalle Case Vacanza del Comune di Milano. In aumento rispetto al 2017, quando le domande arrivate nel primo periodo di iscrizione erano state 2.698. Quasi il 5 per cento in più, dunque, grazie anche alla riapertura della struttura di Ghiffa.

“Le esperienze che offrono le Case Vacanza del Comune di Milano sono uniche nel loro genere. Si dà ai bambini e ai giovani ragazzi la possibilità di passare le prime vacanze ‘da soli’, aiutandoli a sviluppare l’autonomia e la capacità di fare gruppo, a conoscere luoghi nuovi, a vivere a contatto con la natura e ad apprezzare il valore di crescere insieme. L’aumento di domande è per noi un segnale davvero positivo, che ci spinge a continuare a investire su questi soggiorni, che offrono un’alternativa alla città valida e formativa per i piccoli milanesi”, ha commentato l’assessore all’Educazione Laura Galimberti.

Ad oggi sono dunque 2.252 le prenotazioni per un solo soggiorno, a cui si aggiungono 573 domande per un secondo periodo. Di queste, sono 1.767 quelle che arrivano da genitori con bambini alla Scuola Primaria, 930 per ragazzi della Scuola Secondaria di primo grado e 128 per bambini che frequentano la Scuola dell’Infanzia.

Tra le destinazioni, la Casa Vacanza per la quale sono arrivate più domande è Andora, che accoglie bambini dalle Scuole dell’Infanzia e dalle Primarie e che è stata richiesta da 1.081 famiglie. Seguono Vacciago con 303 richieste e Marina di Massa con 261 (entrambe per ragazzi della Scuola Secondaria di primo grado). Tra i turni disponibili, invece, è il terzo quello più ricercato (9-20 luglio) con 686 domande.

La pubblicazione delle graduatorie è prevista entro la prima decade di maggio. A seguire, dal 10 al 16 maggio, si aprirà la seconda finestra per fare domanda tardiva nei posti ancora disponibili: in particolare a Zambla, dove durante il mese di agosto sono previsti anche corsi di inglese, nella casa di Pietra Ligure, immersa in un enorme parco con alberi da frutto e terrazzamenti coltivati a ulivi e con la sua grande spiaggia privata, e nella rinnovata Ghiffa, che la scorsa estate era chiusa per lavori di ristrutturazione.