Anno nuovo...vecchi risultati

Milan e Inter iniziano il nuovo anno rispettivamente con una sconfitta e un pareggio.

I rossoneri hanno perso malamente in casa contro il Sassuolo. Passato in vantaggio grazie al gol di Andrea Poli, il Milan, ha totalmente lasciato il campo alla formazione emiliana: passaggi errati, svarioni difensivi, insomma una serie di errori che hanno consentito al Sassuolo di dominare la maggior parte della gara. Alla mezz'ora arriva il pareggio di Sansone, poi nel secondo tempo Simone Zaza, alla sua sesta rete in campionato, firma il definitivo 1-2 con un eurogol al volo sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il Sassuolo ha davvero sprecato tante occasioni da gol, ma è riuscito lo stesso a portare a casa i tre punti. Inzaghi regala anche gli ultimi 25 minuti di gioco al nuovo arrivo Alessio Cerci, acclamato e applaudito al momento del suo ingresso in campo al posto di uno spaesato Essien, peggiore in campo. Il calciatore in prestito dall'Atletico Madrid non è però riuscito a incidere sul match e dunque anche la sua prima prova al San Siro è insufficiente. Inzaghi ha ancora parecchio lavoro da fare, soprattutto in difesa e a centrocampo, reparti in cui ci sono delle lacune.
La squadra di Mancini invece ha ottenuto un pareggio con la Juventus passata in vantaggio dopo appena cinque minuti con un gol del capocannoniere Carlos Tevez (11 gol) e in tutto il primo tempo i bianconeri hanno dominato i nerazzurri, sprecando alcune occasioni per raddoppiare. Il secondo tempo è stato più “tranquillo” rispetto alla prima frazione di gara: gli unici episodi importanti sono stati il pareggio di Icardi, una buona occasione sprecata dallo stesso argentino e l'espulsione di Kovacic nel finale di match per un brutto fallo. Insomma i bianconeri hanno dominato per oltre un'ora senza mai concretizzare quanto creato e l'Inter, con pià fortuna, avrebbe potuto anche portare a casa i tre punti.
Anche Mancini, come Inzaghi, non può essere soddisfatto del calcio espresso dalla propria formazione, però i nerazzurri hanno affrontato la Juventus, squadra nettamente superiore al Sassuolo, avversario del Milan.
Sono numerosi i nomi che si fanno in chiave mercato: Shaqiri e Neto per i nerazzurri, mentre per il Milan si parla di Destro e del giovane Suso del Liverpool.
Fabio Amoruso